Curcuma, proprietà e benefici

La curcuma è una spezia tipica indiana, nota appunto come “zafferano delle Indie“.
Puoi utilizzarla anche tu in cucina per rendere più saporiti i tuoi piatti e per usufruire delle sue incredibili proprietà benefiche.

Sono oltre 2000 anni che viene utilizzata in India, specialmente dalla tradizione ayurvedica, per depurare il corpo e ridurre le infiammazioni.

Alcuni studi hanno dimostrato come effettivamente un’assunzione regolare, ma non esagerata, aiuta sotto diversi aspetti il nostro organismo.

Quasi tutti questi benefici si ottengono grazie alla presenza della curcumina, il suo principale componente.
Inoltre, la curcuma contiene vitamine, minerali, carboidrati, lipidi e proteine.

Proprietà della curcuma

La curcuma viene usata come spezia curativa sia nella tradizione indiana, sia nella medicina tradizionale cinese.

Da diverso tempo ormai gli effetti benefici sono sotto osservazione anche da parte della medicina moderna.

Si è dimostrato che ha ottime proprietà antiossidanti, aiuta a ridurre quindi i radicali liberi, coinvolti nel processo dell’invecchiamento precoce, delle malattie tumorali e più in generale degenerative.
Si va quindi a contrastare questo stato di ossidazione, riducendo allo stesso tempo anche il danno al DNA.

Gli integratori alla curcuma sono usati per combattere alcune patologie croniche e infiammatorie, aiuta inoltre ad aumentare la secrezione dell’insulina attraverso la stimolazione delle cellule del pancreas. Infine, intervengono sui dolori reumatici e articolari, chi li assumeva riusciva a ridurre l’assunzione di farmaci antidolorifici.

Esistono tanti altri buoni motivi per aggiungere un pizzico di curcuma alle tue ricette, velocizza il metabolismo e riduce l’accumulo dei grassi, aiuta così a prevenire l’obesità.
Allo stesso tempo interviene sull’epidermide mantenendola giovane ed elastica grazie alla riduzione dell’ossidazione cellulare.Gli integratori a base di curcumina

Alcuni benefici si riscontrano anche per la sindrome del colon irritabile, permettendo un miglioramento in tal senso.

Quanta assumerne

Come abbiamo detto i maggiori effetti benefici sono dovuti alla presenza della curcumina, il principio attivo della curcuma.

La curcumina è presente in piccole quantità all’interno della curcuma, per questo motivo per avere dei veri effetti benefici bisognerebbe assumere una grande quantità di curcuma oppure degli integratori a base di curcumina che appunto sono composti da un concentrato di questo principio attivo.

Secondo gli esperti fino a 10 grammi al giorno di curcuma non recano alcun effetto collaterale.

Non dovrebbe essere assunta da chi soffre di calcoli renali, se si assume insulina o da chi segue trattamenti anticoagulanti.

Foto in copertina di Photo by Victoria Priessnitz da Unsplash

Altri Articoli Interessanti

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com